Il 28 Agosto Francesco Renga si è esibito al Teatro Antico di Taormina, nel suo “Tempo Reale Extra Tour”, conclusosi ieri a Brescia.
La prima cosa che mi ha colpita immediatamente del live, è stata la qualità del suono, perfettamente bilanciato per tutta la durata dell’esibizione, cosa non comune da queste parti, purtroppo.
Il live si è aperto con il brano Un giorno bellissimo. L’artista, si è presentato sul palco vestito con un completo scuro, illuminato da una giacca luccicante, scarpe sportive e un’energia pazzesca. Ha ballato e saltato per tutta la durata del concerto, mostrando l’evidente gioia di stare sul palco. La tua bellezza e Il mio giorno più bello nel mondo hanno fatto scatenare i cori, nel compostissimo Teatro Antico. 
L’artista ha iniziato quasi da subito a chiacchierare con i suoi fan, chiedendo se ricordassero i loro giorni più belli e sottolineando come a volte basta allungare un braccio per trovare la felicità. Spesso le cose più importanti si traducono in piccole frasi come: “Era una vita che ti stavo aspettando”. Il live è ripartito con l’esecuzione di quel brano.
Le chiacchierate col pubblico sono state innumerevoli. L’artista ha spiegato che le canzoni hanno un potere evocativo, che ad ogni ascolto ci fa rivivere il medesimo ricordo. Amore raccontami Un’ora in più sono stati presentati così! Chissà quali ricordi gli resteranno in mente dopo questa serata! Sicuramente due delle sue fan ne avranno uno indelebile! Mentre Renga eseguiva questi brani, due delle tante ragazze che spesso si avvicinavano all’artista, per toccarlo, dirgli qualcosa o chiedergli di autografare l’album, hanno pensato bene di scattare un selfie. Lui accorgendosi di quanto accadeva sotto il palco, si è messo in posa dietro di loro, che ignare continuavano a fotografarsi. Il pubblico sorrideva divertito, fino a che le ragazze si sono accorte del simpatico gesto dell’artista e sono scoppiate in una risata.
Subito dopo questo momento giocoso, Renga ha presentato il brano che è stato scritto per raccontare i problemi che sta vivendo oggi il nostro Paese. Prima di introdurlo l’artista ha ringraziato coloro che per andare al concerto hanno dovuto fare dei sacrifici. Ora vieni a vedere e Dove il mondo non c’è più hanno seguito questo bel momento. 
In una pausa ha spiegato che la costruzione di un amore è un lavoro. Sappiamo tutti che può arrivare un momento in cui si capisce che è finita. L’unica certezza è che l’amore prima o poi si trova! C’è anche l’amore che lega i genitori ai figli e nell’introdurre il successivo brano dedicato alla madre, ha raccontato che è stata la prima canzone scritta per la sua avventura solista: è il momento di Ancora di lei. Durante il brano sono stati fatti volare dei palloncini.
Vivendo Adesso, sicuramente uno dei brani più amati dell’artista, ha acceso la platea. Lui ha chiamato tutti sotto il palco, dicendo di lasciar perdere l’ordine usuale della disposizione del teatro. In tanti si sono precipitati verso di lui ed hanno cominciato a scatenarsi sulle note dei suoi brani più veloci.
Ha salutato tutti, prima di ritirarsi, con un brano che per l’artista è un portafortuna, Ci sarai, augurando che porti fortuna anche ai presenti. 
Ovviamente il pubblico ha reclamato a gran voce i bis e Renga è rientrato sulle note di Angelo e Meravigliosa (la luna). 
Prima di eseguire gli ultimissimi brani, ha salutato tutti dicendo che la felicità è una scelta e che a volte non è semplice, ma piuttosto che essere normali si deve essere felici!
A un isolato da te porta alla chiusura del live, uno strepitoso live, che è stato nettamente al di sopra delle mie aspettative! Confesso che non avevo mai assistito ad un concerto dell’artista e ne sono rimasta strabiliata!
Egle Taccia
http://credit-n.ru/zaymyi-next.html