Il Gran Band Epilogo Tour di Dente è arrivato a Catania ed io non mi sono fatta sfuggire l’occasione di andare a curiosare per voi.

Comincio raccontandovi i segreti del palco. Numerosi strumenti, una scenografia che ricorda molto quei locali d’altri tempi, quelle cantine con le luci fioche, che ti riscaldano il cuore solo a guardarle, e tante tante lampadine.
In quest’ultimo tour Dente ha voluto fortemente la presenza dei fiati, quindi ci troviamo di fronte ad una formazione raddoppiata e dei suoni molto più colorati e ricchi di sfumature.
Per descrivere la musica del nostro cantautore di Fidenza potrei paragonarla ad uno di quei film in bianco e nero a cui vengono aggiunti i colori per renderlo moderno. Dente ripercorre la nostra storia musicale, costruendo un ponte tra passato e presente, con giochi musicali che vengono decisamente messi in luce da questa nuova formazione. A rendere la sua musica ancora più ricca sono i suoi testi, pieni di giochi di parole e di significati nascosti, che denotano un grande ingegno nella composizione e spesso uno forte sarcasmo nel descrivere amori, dolori e vite dei giorni nostri.
Quasi nascosto dal suo immancabile ciuffo, Dente gioca col pubblico, scherza, spesso ironizza sulle sue canzoni. Questo suo modo di fare è innegabilmente un punto di forza; riesce infatti a conquistare il pubblico non solo con la sua musica, ma con la sua simpatia, la sua ironia, il suo non prendersi troppo sul serio. Momento indimenticabile della serata, quello in cui suona la sua chitarra con una bottiglia di vino.

Il nostro artista si lascia alle spalle un anno di grandi cambiamenti, un album pubblicato proprio come voleva lui, distribuito da una grande major, la possibilità di permettersi maggiori libertà nella sua musica e un gran lavoro di produzione. Gli avevano persino proposto Sanremo, ma lui da grande artista qual è ha preferito rimandare ed accontentarsi di quanto già raggiunto. Questo atteggiamento, che sicuramente lo porterà ancora più lontano, rende evidente la sua forte personalità e la sua grande maturità. Non si è certo montato la testa Dente e la sua concentrazione resta tutta sulla sua musica e su come poterla diffondere nella maniera più adeguata.
In questo tour ci riesce e come sempre convince! Innegabile l’appiglio sulle donne, ho visto sguardi a dir poco adoranti tra il pubblico, ma lui scherza anche su questo. Tante voci cantano le dolci melodie di Dente, il pubblico richiede a gran voce un successo dopo l’altro e lui, dopo averci scherzato su, accontenta tutti. Il feeling tra i musicisti è palpabile, c’è armonia di suoni e di cuori.
Si parte piano con La presunta santità di Irene, al terzo brano ci regala uno dei più bei pezzi dell’ultimo album, Chiuso dall’interno, si prosegue con A me piace lei e il pubblico impazzisce. Verso la fine è il momento di uno dei brani più duri e sentiti, Buon Appetito, una delle mie preferite. Arriva il momento di ritirarsi, ma il pubblico chiede a gran voce i bis! Siamo costretti a separarci dopo altri quattro brani, sulle note dolcissime di Vieni a Vivere e l’unico pensiero è che il concerto è finito troppo presto, perchè il tempo scorre veloce sulle note di Dente e si vorrebbe trattenerlo per ore sul palco.
Saluta tutti divertendosi con una piccola pistola giocattolo, sparando lustrini, e presenta tutta la sua formidabile band; poi se ne va e ci lascia pieni di nostalgia!
Che fortuna avere ancora cantautori così in Italia! Ci auguriamo davvero di ritrovarlo presto con un nuovo tour e tanti nuovi brani!
Egle Taccia
 
(Un vudei estratto da Youtube del Live @Circolo Magnolia)
[youtube id=”lPCqq5_MA2s” width=”600″ height=”350″]
 

http://credit-n.ru/zaymyi-next.html