L’ultimo acquisto di casa Sugar è il marchigiano Marco Sbarbati. La sua storia è davvero molto particolare, infatti ha iniziato a suonare per strada a Bologna, dove si era trasferito per studiare e proprio per strada, mentre si esibiva da busker, è stato notato dal grandissimo Lucio Dalla, che ha fortemente voluto un suo brano nella colonna sonora del film “AmeriQua”. Successivamente, grazie alla rete, è riuscito ad attirare anche l’attenzione di Caterina Caselli e a farsi arruolare nella sua splendida squadra. Attesissimo il suo primo album, le cui caratteristiche restano ancora avvolte nel mistero.
Ho recentemente avuto modo di incontrarlo e di farmi raccontare la sua storia e i suoi progetti in cantiere.
Come ti sei appassionato alla musica?
Ascolto musica da quando ero bambino, per me è stata sempre una fonte di relax e un modo per distaccarmi un po’ dalla realtà. Non ricordo un solo giorno della mia adolescenza senza musica, passavo ore con il walkman ad ascoltare dischi nella mia stanza. Con il tempo ho iniziato a pensare che mi sarebbe piaciuto scrivere e cantare canzoni e così mi sono buttato.
La tua storia sembra una favola, vuoi raccontarcela?
C’era una volta un ragazzo di provincia…sto scherzando. La mia è una storia di fortunati eventi. Ho iniziato a suonare con due amici del liceo, poi però, vedendo nell’università una via di fuga dal mio paesino, mi sono trasferito a Bologna per studiare e fare musica. Durante il primo anno di università ho conosciuto una cantautrice americana che spesso si esibiva anche in Piazza Maggiore. Il suo modo di vivere la musica mi ha colpito così tanto che l’ho seguita in tour fino in America, finché una sera mi ha dato la sua chitarra e mi ha invitato a fare una mia canzone. Dopo quel momento mi sono reso conto del bellissimo rapporto che si era creato fra me e il pubblico. In un mondo in cui tutto è mediato, esibirsi avendo i propri ascoltatori a pochi passi da te, è un qualcosa di molto vero. Da quel giorno, per diversi anni,  sono tornato a  suonare in Piazza Maggiore finché una sera fra il mio piccolo pubblico ho visto Lucio Dalla. Ricevere i complimenti da un grande come lui mi ha reso più forte e sicuro di aver intrapreso la difficile strada del musicista. In seguito ho avuto il piacere di conoscere Caterina Caselli che mi ha invitato a fare un provino nel suo ufficio, voce e chitarra. L’aver suonato per tanto tempo in piazza, credo mi abbia aiutato a fare quel provino con tranquillità. Qualche tempo dopo sono entrato in Sugar.
Cosa ti è rimasto più impresso dell’incontro con Lucio Dalla?
Di Lucio ricordo la sua sincerità nel dire le cose. Era una persona molto diretta, una qualità che io apprezzo molto.
Quanto ti ha emozionato suonare all’Arena di Verona in apertura del live di Elisa?
Il 2 settembre del 2013 ero all’Arena di Verona ad ascoltare Battiato ed Antony and the Jhonsons. Durante il concerto mi sono chiesto come sarebbe stato emozionante esibirsi in quel posto. Non mi sembra vero che un anno dopo io sia salito su quel palco per aprire un concerto di Elisa, un’ artista che seguo da sempre. E’ stato molto intenso, difficile descriverlo a parole, dovevate vedere la mia faccia quella sera.
Ci parli del tuo ultimo singolo?
“Se” è una canzone che parla di un viaggio mentale, del notare una persona mai vista prima e in un istante immaginare possibili futuri con lei. In momenti come questi la nostra fantasia corre veloce, tante immagini scorrono davanti ai nostri occhi mentre l’adrenalina scorre nelle vene. Allo stesso tempo però, insieme alla bellezza dell’immaginare, si accostano dei pensieri che ci riportano un po’ alla realtà, come per esempio quando temiamo un rifiuto.
Puoi anticiparci qualcosa sul tuo nuovo album, firmato Sugar?
Purtroppo non posso dirvi molto. Presto uscirà un nuovo singolo in italiano. Spero di parlare con voi dell’album quando uscirà.
Dove potremo ascoltarti prossimamente?
Mi esibirò per l’evento “STREETmi TO EUROPE” a Milano dal 9 al 12 ottobre. Per maggiori informazioni potete andare nella mia pagina Facebook Marco Sbarbati. 
Vi saluto facendovi ascoltare il nuovo singolo di Marco: “Se”.

 
Egle Taccia
http://credit-n.ru/zaymyi-next.html