Ciao cari!

Oggi vi voglio parlare di un bellissimo festival che si è svolto lo scorso week-end a Ragusa Ibla! Dal 3 al 6 ottobre infatti molti artisti di strada si sono radunati lì per accendere le nottate iblee. E’ ormai alla sua diciannovesima edizione questo festival che è cresciuto negli anni e che ormai rappresenta un appuntamento fisso nel periodo autunnale. Di cosa stiamo parlando? Ma di Ibla Buskers ovviamente!!! Con un cast di grande livello ha convogliato in un unico evento le compagnie storiche dell’arte di strada insieme a molti emergenti del settore. Inoltre, grazie al Festival durante la giornata vi è stato modo di conoscere meglio Ibla in attesa che iniziassero gli spettacoli serali. Tra escursioni, mostre, chiese aperte, occasioni di approfondimento supportate dalle associazioni Cai Ragusa, Kalura, Zuleima) il tempo di attesa per la manifestazione è trascorso piacevolmente.

Quest’anno non sono stati dimenticati neanche i creativi e gli artigiani. Girando per i vicoletti, il pubblico ha potuto incontrare gli stand di tanti giovani artisti. Personalmente sono rimasta molto colpita dai caleidoscopi costruiti artigianalmente da una giovane artista che con semplici materiali e molta fantasia ha realizzato delle creazioni davvero interessanti.

E’ stato anche indetto un bel concorso fotografico suddiviso in due sezioni: “Sequenza” dove i fotografi partecipanti dovevano eseguire un reportage dell’evento e “Fotografie singole” in cui veniva premiato lo scatto più bello relativo alla manifestazione. I vincitori sono stati selezionati dal critico fotografico Roberto Mutti.

Ma veniamo agli artisti! Hanno partecipato Otradnoie; Rufino, col circo dentro di sè (nella pancia per intenderci) ci ha deliziati con un vero e proprio palco ricco di artisti e luci; La terribile Fabiola; Faela!  un mix di rumba, Gypsy, swing, cumbia e un tocco di raggae, che ha davvero coinvolto e scaldato il pubblico; Drago Bianco, un fantastico ed infuocato spettacolo ricco di magia; degna di nota è stata l’esibizione di Girovago & Rondella, che con la loro esibizione hanno fatto sognare gli spettatori; Andreanne Thiboutout, un’elegante donna ed i suoi hula hoops;  Andrea Fidelio; Tomas Taboada ed il suo baule di oggetti strani; Spaghetti Swing, con le sue canzoni senza tempo, a volte fuori tempo, ma solo col bel tempo; Ezio Scandurra; Mormino & Gebbia; il favoloso Circo Paniko e per finire Christophe Bouffartigue. La cerimonia di apertura ha visto anche la partecipazione della Tinto Brass Street Band , con le sue sonorità in stile New Orleans!

La cerimonia di chiusura è stata davvero molto particolare, infatti, causa maltempo, tutti gli artisti si sono ritrovati ad esibirsi dentro una chiesa di Ibla, con tanto di pubblico seduto a terra pur di non perdersi lo spettacolo…sembra che la chiesa non fosse stata mai così piena ed il risultato è stato al di sopra di ogni aspettativa! Le difficoltà dovute alla location non hanno fermato gli artisti che sono riusciti ad esibirsi con performance meravigliose!

Che dirvi! Ci si vede l’anno prossimo tra i vicoli di Ragusa Ibla!

BYE

http://credit-n.ru/zaymyi-next.html
http://credit-n.ru/zaymyi-next.html